E' in atto uno smantellamento dell'attività ospedaliera dell'Inrca

''E' in atto uno smantellamento dell'attività ospedaliera all'Inrca''. Il segretario della CIMO Dott. Luciano Moretti La denuncia del sindacato d
E' in atto uno smantellamento dell'attività ospedaliera dell'Inrca
Author:
undefined
RCS Communication

MAGAZINE

NEWS

E' in atto uno smantellamento dell'attività ospedaliera dell'Inrca
02 aprile 2021

E' in atto uno smantellamento dell'attività ospedaliera dell'Inrca

''E' in atto uno smantellamento dell'attività ospedaliera all'Inrca''.


Il segretario della CIMO Dott. Luciano Moretti


La denuncia del sindacato dei medici che si rivolge alla Regione e anche al sindaco Mancinelli.
L'inrca e il timore di un lento declino della struttura ospedaliera principale, l'ospedale geriatrico di Ancona. Ad esprimerlo è il segretario regionale della Cimo, uno dei principali sindacati dei medici delle Marche, Luciano Moretti. Nei giorni scorsi il segretario della Cimo ha inviato un documento ai vertici della politica regionale, dal presidente Francesco Acquaroli all'assessore alla sanità Saltamartini, e a quella anconetana, in particolare alla sindaca Valeria Mancinelli.


Un allarme suscitato anche da quanto riportato dal Carlino nei mesi scorsi, tra nuovi reparti covid, chiusura della chirurgia, medici dimissionari. Di recente poi la notizia dell'apertura di un fascicolo della procura di Ancona per abuso di ufficio nel confronti del direttore generale, Gianni Genga : ''E' in atto un progressivo smantellamento delle funzioni dell'ospedale di Ancona - afferma Moretti - siamo preoccupati per quanto sta avvenendo senza che sia stata data informativa alcuna ai sindacati. In modo particolare ci riferiamo al trasferimento dell'ospedale di Osimo dei reparti di chirurgia e urologia dal quale vengono così privati i cittadini anconetani. Il reparto di chirurgia, in particolare, esistente da oltre 60 anni, si è caratterizzato per la cura e lo studio dei pazienti anziani e da sempre ha rappresentato il fiore all'occhiello della sanità dell'Inrca a livello regionale e nazionale. E' stato il primo nella nostra regione a praticare la chirurgia laparoscopica mini invasiva e si è distinto per la chirurgia delle neoplasie del polmone, della tiroide, della mammella, dello stomaco, del colon e del retto nonché per la chirurgia vascolare non invasiva.


Anche i reparti internistici necessitano della presenza H24 di una chirurgia funzionante per far fronte alle eventuali urgenze che si dovessero presentare. Tutto questo non è presente all'ospedale di Osimo, né come dotazione di personale né di attrezzature, di locali idonei e ciò verrebbe a configurare un livello di rischio non accettabile.


Chiediamo alle autorità di intervenire e mettere in sicurezza pazienti e operatori sanitari riportando la chirurgia nella sua sede naturale in via della Montagnola, ad Ancona.



SEGUICI